Nabucco,
il racconto
di una storia irripetibile

Nabucco,
il racconto di una storia irripetibile

Un rosso fine ed elegante, è il primo nato in casa Monte delle Vigne e oggi vino iconico e elemento distintivo della cantina. Esordisce con la vendemmia 1992 e inaugura la nostra filosofia: vini di qualità, prodotti a partire da vitigni profondamente radicati a livello locale, e dal peculiare carattere fermo, in controtendenza con i vini frizzanti tipici del territorio. Una celebrazione del successo dell’omonima opera verdiana che debutta alla Scala di Milano nel 1842.

Il terroir unico, dove crescono le uve da cui otteniamo Nabucco, e il lungo affinamento conferiscono a questo vino grande intensità, corpo e struttura. È il vino ideale da bere appena acquistato ma anche da far riposare in cantina per oltre cinque anni, per gustarne un’evoluzione ancora più complessa. Un vino che si svela invecchiando, dove la barbera è l’attore principale e rappresenta l’essenza della freschezza nei profumi e nei sapori. Questo grazie alla vocazione di Monte delle Vigne, alla profonda qualità dei suoli e del microclima che la caratterizza.

Vigneti

Terreni calcareo argillosi esposti ad Ovest, a un’altezza di 230/300 mt.

28 vendemmie
per un vino unico

La Barbera selezionata e raccolta a mano macera, dopo la fermentazione a 32°, 40 giorni sulle bucce e affina poi 12 mesi in barriques di rovere francese di Allier. L’affinamento continua in bottiglia per 2 anni.

Vigneti

Terreni calcareo argillosi esposti ad Ovest, a un’altezza di 230/300 mt.

28 vendemmie
per un vino unico

La Barbera selezionata e raccolta a mano macera, dopo la fermentazione a 32°, 40 giorni sulle bucce e affina poi 12 mesi in barriques di rovere francese di Allier. L’affinamento continua in bottiglia per 2 anni.

note di degustazione

E

alla vista

Colore rosso rubino carico con riflessi violacei

E

al naso

Ampio e intenso, su note di frutta rossa, liquirizia e sottobosco

E

al palato

Un vino di grande struttura, avvolgente ed equilibrato, fruttato, con tannini morbidi e setosi

provalo con:

Carni rosse, arrosti e Parmigiano Reggiano.

Servilo a:

16-18° C

note di degustazione

E

alla vista

Colore rosso rubino carico con riflessi violacei

E

al naso

Ampio e intenso, su note di frutta rossa, liquirizia e sottobosco

E

al palato

Un vino di grande struttura, avvolgente ed equilibrato, fruttato, con tannini morbidi e setosi

provalo con:

Carni rosse, arrosti e Parmigiano Reggiano.

Servilo a:

16-18° C.

Un rosso impenetrabile, ha profumi decisi di ciliegia, cardamomo, cuoio e leggera speziatura di sottofondo. Il sorso è denso, carnoso, di forza espressiva notevole, con tannini finissimi – 91/100

 

Guida essenziale ai vini d’Italia 2020
Il tuo titolo va qui

Rubino profondo di buona densità. Intense note di frutti rossi maturi e in confettura si aprono a rosa e spezie con scia minerale. Vigoroso ingresso, ha parti morbide, buon tannino. Finale delicatamente speziato – 6 ACINI

 

EMILIA ROMAGNA DA BERE E DA MANGIARE 2015/2016
Il tuo titolo va qui

Rosso intenso con decise note granate. Al naso prugne e ciliegie, arricchite da tabacco dolce e speziatura esotica (pepe rosa soprattutto). La bocca è vellutata e morbida ma sorretta da acidità guizzante. Legno dosato con maestria. – 90/100

 

GUIDA ESSENZIALE AI VINI D’ITALIA 2016 DI DANIELE CERNILLI

l’opinione degli esperti

it_ITItaliano