QUESTIONE DI SCAGLIE, MESI E PAZIENZA: LA GUIDA PER ABBINARE VINO E PARMIGIANO REGGIANO

Lug 16, 2020 | News

Sono gli abbinamenti e i sapori più semplici quelli che lasciano i ricordi più piacevoli nella nostra memoria gustativa. E gli incontri che avvicinano e uniscono cibi e vini dello stesso territorio ci permettono di creare racconti di gusto inimitabili.

Il Parmigiano Reggiano è una grande eccellenza italiana e la versatilità in cucina è una delle sue tante qualità. Un formaggio prestigioso, che vanta un grande numero di estimatori in tutto il mondo e numerosi tentativi di copie e imitazioni.

La cosa più importante dunque è imparare a riconoscere il Parmigiano Reggiano originale, certificato con il marchio DOP. Questo logo assicura che il formaggio che stiamo per gustare è stato fatto negli stessi luoghi e con le stesse tecniche tramandate di generazione in generazione da secoli.
Non sono molto cambiate infatti nel corso degli anni, le tecniche e le abilità degli maestri casari che riescono con passione e maestria a dare forma a questa opera d’arte di sapore.

Un’altra cosa da sapere è che non esiste un solo parmigiano, ma tanti diverse evoluzioni dello stesso magnifico formaggio. Ogni stagionatura regala un tratto distintivo ad ogni forma. colori, consistenze e profumi unici. Tra i 12 e i 18 mesi, il Parmigiano Reggiano ha un sapore armonico e delicato con sentori di latte, yogurt e frutta fresca e si sposa benissimo con le bollicine di un vino bianco frizzante o rosè. Fino ai 24 mesi diventa più friabile e granuloso e crea un dolce equilibrio tra note di frutta fresca e secca, capace di affiancare vini di medio corpo e piatti più saporiti. Il sapore si fa più deciso tra i 30 e i 36 mesi di stagionatura, quando risaltano all’assaggio note speziate e sentori decisi di frutta secca e diventa un formaggio capace di essere protagonista a tutto pasto: dall’antipasto, ai primi di pasta fresca o ripiena, al pre-dessert in abbinamento a frutta e miele. La versatilità di questa tipologia di Parmigiano Reggiano si riconosce anche dalla grande possibilità di abbinamento con i vini, soprattutto quelli locali come i nostri di Monte delle VigneLa più alta esplosione di aromi si ha nel Parmigiano Reggiano che stagiona oltre 40 mesi: l’attesa è ripagata e supera la prova del tempo regalando un bouquet di sensazioni e profumi unici. Qui possiamo scegliere di accompagnarlo a gocce di aceto balsamico tradizionale e a vini strutturati e da meditazione.

Una volta scoperte tutte le diverse sfumature nelle varie stagionature, il viaggio tra i sapori del Parmigiano Reggiano continua alla scoperta del Parmigiano Reggiano DOP di Bruna Alpina o delle Vacche Rosse, prodotto esclusivamente dal latte da vacche di queste razze.

Divertitevi infine a scegliere il giusto vino per ogni evoluzione di Parmigiano Reggiano e per questa avventura prenota subito la nostra degustazione “Verticale di Parmigiano Reggiano”, dove potrete divertirvi a scoprire le differenze tra tre differenti variazioni di Parmigiano Reggiano abbinato a tre differenti vini Monte delle Vigne.

Scoprite qui la nostra verticale di Parmigiano Reggiano

Coppini, Delicius e Monte delle Vigne: sinergie vincenti a Cibus 2024

Il mondo dell'enogastronomia è ricco di sinergie e collaborazioni che esaltano le eccellenze del territorio e portano alla luce prodotti di alta qualità: questo è stato dimostrato in modo tangibile durante Cibus 2024, importante fiera dedicata all'agroalimentare...

L’esperto vigneron e l’enfant prodige dei Colli di Parma

In una fresca mattina di primavera, con il sole splendente sulle vigne rigogliose e sui quattro laghi di Monte delle Vigne, incontriamo Valentino ed Edoardo, i protagonisti di questa news fatta come se fosse un'intervista a due "maghi" della vinificazione. Valentino...

Colli di Parma e Appennino Modenese: un gemellaggio virtuoso grazie ai nostri vini

A due passi da Zocca, nel cuore dell'Appennino modenese immerso in un paesaggio incantevole circondato da verdi colline, si erge il suggestivo Ristorante Cantacucco, location rinomata per chi vive "sopra i 700 metri sul livello del mare".Mercoledì 20 marzo 2024 è...

Monte delle Vigne incanta i visitatori della Slow Wine Fair 2024

La recente edizione della Slow Wine Fair 2024, tenutasi negli spazi di Bologna Fiere, ha rappresentato un'importante vetrina per le eccellenze del settore vitivinicolo italiano. Tante le cantine Emiliane presenti che hanno brillato per la loro qualità e dedizione alla...

Doctor Wine presenta la sua “Guida essenziale 2024” a Monte delle Vigne

Nello suggestivo scenario dell'Antico Casale delle Vigne, la struttura dedicata agli eventi all'interno della tenuta Monte delle Vigne, si è svolta un'indimenticabile presentazione della Guida Essenziale ai Vini d'Italia - edizione 2024 - curata da Daniele Cernilli,...
it_ITItaliano